Modica, fermato l'autore dello sparo a Pozzallo

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Modica, dopo una lunga indagine, hanno scoperto l'autore del ferimento di Michael Galanti, il ragazzo che lo scorso sabato notte si era presentato al pronto soccorso dell'ospedale di Modica poiché attinto da un colpo di arma da fuoco al polpaccio. Si tratta di Giuseppe Cona, 36enne catanese, senza fissa dimora e pregiudicato.
Nei confronti del predetto infatti, i Carabinieri hanno raccolto gravi indizi di reità sulla base dei quali il Sostituto Procuratore di turno, dott. Gaetano Scollo, ha emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto per i reati di lesioni personali e detenzione e porto illegale di arma da fuoco.
Il Cona era ricercato già da domenica notte quando, dopo aver esploso il colpo che ha ferito il Galanti, si era reso subito irreperibile e si era sottratto all'arresto.
Dunque, il fuggitivo, saputo di essere ricercato, ormai braccato, si è presentato con il proprio legale di fiducia presso il Comando Compagnia Carabinieri di Palagonia.
A questo punto, i Carabinieri di Modica, lo hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto e lo hanno condotto presso la Casa Circondariale di Caltagirone ove rimarrà a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.
Il movente, ancora da chiarire, potrebbe essere collegato agli ambienti dello spaccio di sostanze stupefacenti.