A Torino la prima Giornata nazionale della carne italiana

Una giornata per parlare della qualità della carne italiana nonostante gli allarmismi infondati, le provocazioni e le campagne diffamatorie su un alimento che fa parte a pieno titolo della dieta mediterranea. E' quella organizzata dalla Coldiretti e in programma per il 5 maggio dalle ore 9,00 a cui parteciperanno migliaia di allevatori e consumatori ma anche cuochi, nutrizionisti e gourmet dentro e fuori il Centro Congressi del Lingotto in via Nizza 270 a Torino in Piemonte, la regione con il primato italiano nella valorizzazione delle carni da razze storiche italiane come dimostra il Dossier elaborato dalla Coldiretti per l’occasione sulla diversità della carne italiana e sul rischi della scomparsa degli allevamenti con gli effetti per l’economia, il lavoro e l’ambiente ma anche sul pesante impatto dell’allarmismo sui consumi e sull’atteggiamento degli italiani rispetto alla carne.
Per aiutare a fare la spesa nasce la nuova figura del Tutor della carne che sarà operativo in tutte le regioni per aiutare a conoscerla, scegliere i pezzi piu’ adatti in cucina, valorizzare le parti low cost e consigliare su dove fare acquisti di qualità direttamente dagli allevatori. Un debutto realizzato con la prima lezione all’aperto su come scegliere i tagli migliori per le diverse ricette risparmiando senza rinunciare alla qualità con i piatti cucinati dal vivo dagli agrichef. Con l’arrivo della stagione dei barbecue un ampio spazio sarà dedicato ai trucchi per realizzare la grigliata perfetta che sarà preparata sul posto con ogni tipo di carne, dal bovino al maiale, dal pollo al coniglio. 
Con il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo e l’intera giunta nazionale ci sarà il presidente di Federconsumatori Rosario Trefiletti insieme a rappresentanti delle Istituzioni, della ricerca, della filiera della carne e del mondo dell’enogastronomia.