Vittoria, Polizia sequestra l'auto: tentano di rubarne un'altra

Le volanti del Commissariato di Vittoria e la pattuglia della Polizia Stradale del locale Distaccamento, ieri sera intorno alle ore 3, durante un posto di controllo sulla S.p. 16, in contrada Gaspanella, hanno fermato un’autovettura, una Fiat Marea. Dal controllo è emerso che l'auto è di proprietà di un riesano 61enne ma a bordo ci sono due uomini e due donne, tutte di nazionalità romena ma sedicenti residenti a Riesi. Inoltre è stato appurato che il conducente è sprovvisto di patente di guida per non averla mai conseguita. Da ciò il veicolo viene sequestrato e vengono elevate le contravvenzioni al conducente. Gli altri occupanti del veicolo sono tutti in stato di ebbrezza alcolica.
Qualcuno parla troppo “voi ci togliete l’auto e noi ne rubiamo una per tornare a casa” dicono. Vengono redarguiti. Il carro attrezzi va via e il gruppo si allontana a piedi in direzione di Scoglitti.
Non sfugge agli agenti l’attenzione con la quale uno dei romeni guarda all’interno di una azienda che produce imballaggi e dove sono sostati alcuni autocarri.
Le pattuglie si allontanano, ma solo per tornare dopo pochi minuti sullo stesso luogo del controllo, dove notavano che il cancello dell’azienda di imballaggi è parzialmente aperto. Illuminano la zona con i fari delle auto e notano i due soggetti maschi controllati poco prima che si danno alla fuga verso il muro di cinta posteriore, riuscendo a scavalcarlo e disperdersi per la campagna, aiutati dalla completa assenza di luce.
Dall’attento esame dei luoghi i poliziotti notano che i rumeni hanno danneggiato il motore elettrico di scorrimento apertura del cancello e hanno tentato di rubare l’autocarro che aveva le chiavi inserite ed era già stato messo in moto.
Per questo motivo i fratelli C.E. 25 anni e C.P. 39 anni, entrambi di Botosani, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per il reato di tentato furto di veicolo in concorso e danneggiamento.