A Scicli è nato il “GAL Terra Barocca"

E’ stato firmato nel pomeriggio il documento condiviso che sancisce la nascita del “GAL Terra Barocca”, il Gruppo di Azione Locale che riunisce pubblico e privato allo scopo di intercettare fondi europei per lo sviluppo dell’intero territorio ibleo. Del Gruppo fanno parte Modica, comune capofila, Ragusa, Ispica, Scicli e Santa Croce Camerina in rappresentanza del pubblico. Con loro 15 Organizzazioni Produttive che racchiudono centinaia di aziende di vari settori produttivi sparsi sull’intero territorio provinciale. Ed in futuro sono previsti anche nuovi ingressi. Ad apporre la storica firma i sindaci di Modica, Ragusa e Santa Croce, Abbate, Piccitto e Iurato, l’assessore di Ispica Corallo e il commissario straordinario di Scicli, Gaetano D’Erba, oltre ad alcuni rappresentanti dell’imprenditoria iblea. “Non capita tutti i giorni che pubblico e privato si incontrino avendo un indirizzo comune di sviluppo economico – commenta il Sindaco Abbate che ha presieduto la riunione di oggi – questo è avvenuto con grande soddisfazione di tutti i presenti. Non è facile riunire tanti attori protagonisti attorno allo stesso tavolo. Ho parlato con l’assessore regionale Cracolici che si è detto molto soddisfatto per la costituzione e la struttura di questo GAL, che ritengo fortemente competitivo nel panorama nazionale. Bisogna innanzitutto far capire alla gente che non stiamo parlando del solito carrozzone politico che non riesce a concludere nulla di concreto. Qua si parla di milioni di euro che arriveranno sulla nostra comunità grazie all’impegno di tutti, siamo stanchi di rimandare i fondi al mittente. La politica metterà a disposizione i propri mezzi, il privato le proprie conoscenze e capacità imprenditoriali, insieme faremo grandi cose. Questo cammino oggi è partito da Scicli non per caso. In questo periodo storicamente delicato per il Comune sciclitano, vogliamo far sentire agli sciclitani la vicinanza del mondo politico ibleo rappresentato dai sindaci del comprensorio che si sono riuniti a Palazzo di Città. Ringrazio la triade commissariale che si è dimostrata sensibile ai bisogni della città, aderendo con grande entusiasmo al progetto ed interpretando quindi un vero ruolo politico. Ringrazio anche i colleghi Piccitto, Iurato e Muraglie per aver sposato in pieno lo spirito del Gal Terra Barocca”.