Pozzallo, protesta del personale Hot Spot

La Cgil FP ha programmato un sit-in di protesta per il 27 aprile dalle ore 10 alle 13 nella piazza antistante al Palazzo di città a Pozzallo. La protesta è motivata dal ritardo incomprensibile dei pagamenti dei salari (6 mesi già maturati e non pagati) ai dipendenti della Cooperativa “Azione sociale”, affidataria della gestione dell'Hot Spot di Pozzallo, causato dal Comune di Pozzallo che non trasferisce alla predetta affidataria le risorse per il servizio svolto. Da ciò le organizzazioni sindacali hanno proclamato, con decorrenza immediata, lo stato di agitazione del personale dipendente e un sit-in per il 27 aprile. "Gli incontri avuti, nei giorni scorsi, - dice il segretario della Cgil FP, Salvatore Terranova - in sede prefettizia, per accelerare l'iter amministrativo per far pervenire al soggetto affidatario le risorse economiche necessarie al pagamento degli emolumenti arretrati ai dipendenti, non ha prodotto ad oggi alcun tangibile risultato, per cui questa organizzazione sindacale avvia da subito le azioni di lotta, che non escludono il ricorso alla astensione dal lavoro se non verrà tempestivamente risolta la problematica denunciata, pagando almeno 4 mensilità ai soggetti interessati".