Marina di Ragusa: bandiera verde dai pediatri

Non è certo ancora (ma lo speriamo tutti) la bandiera blu, ma perlomeno Marina di Ragusa ha intanto ricevuto, anche per quest’anno, la bandiera verde 2016 dei pediatri italiani. La frazione balneare del comune capoluogo infatti è stata inserita nell'elenco delle località balneari a misura di bambino grazie, si legge in una nota ufficiale del Comune, “ad acqua limpida e bassa vicino alla riva, sabbia pulita per far giocare tranquillamente i bambini, presenza di bagnini, gelaterie e locali pubblici nei pressi degli arenili”, alcuni dei requisiti necessari per ottenere il riconoscimento. Evidente la soddisfazione espressa dal sindaco Federico Piccitto e dall’assessore all’ambiente Antonio Zanotto che affermano “siamo contenti che anche per quest'anno i pediatri italiani abbiano deciso di continuare a premiare Marina di Ragusa. E' questo il segno che le nostre spiagge, il nostro mare continuano ad essere ancora puliti, sicuri, a misura di bambino ed a maggior ragione per tutti. I diversi servizi offerti inoltre, dalle gelaterie, pizzerie e ristoranti hanno reso Marina di Ragusa una delle più gettonate mete turistiche non solo da parte delle famiglie italiane ma anche di diverse migliaia di turisti che scelgono sempre più numerosi per i loro piccoli, le nostre spiagge dorate”. Un’altra buona notizia sul fronte ambientale riguarda poi i valori di campo elettromagnetico nettamente inferiori al limite previsto dalla normativa vigente. A comunicarlo è sempre l’assessore Zanotto che riporta i dati risultanti dai monitoraggi CEM.ELF delle stazioni di diversi operatori telefonici effettuati dalla struttura Territoriale di Ragusa UOS Controlli dell'ARPA al fine di verificare i livelli di inquinamento elettromagnetico. Dalle verifiche effettuate recentemente agli impianti posizionati sul terrazzo di una palazzina di Piazza Caduti di Nassiriya e sul balcone di una civile abitazione di Via Ugo La Malfa, viene evidenziato che i valori di campo elettromagnetico sono nettamente inferiori al limite previsto dalla normativa vigente. “I dati attuali – aggiunge l’assessore all’ambiente - si aggiungono a quelli rilevati nei mesi scorsi in altri siti, come ad esempio in Contrada Gatto Corvino e Contrada Monachella, con valori di emissione bassissimi e che confermano quindi un'ottima qualità dell'aria, sotto il profilo di inquinamento elettromagnetico, tale da poter rassicurare pienamente la popolazione che può stare assolutamente tranquilla”. (da.di.)