Ragusa, progetto di mobilità sostenibile

Si è svolto, presso l’assessorato comunale all’Ambiente, un tavolo tecnico per l’attuazione dell’iniziativa MVMANT, progetto di mobilità sostenibile nato a Mirabella Imbaccari e finanziato dall'Unione Europea, sotto l'egida del programma Fiware – FrontierCities. Ragusa sarà la prima città in Europa a testare la soluzione che rappresenta la perfetta sintesi tra autobus e taxi: un servizio su linea fissa disponibile a richiesta.
La richiesta viene gestita tramite l'App dedicata, che indica i tempi di attesa e consente di selezionare il punto di partenza e la destinazione. Algoritmi intelligenti garantiscono la presenza dei veicoli dove servono e quando servono, riducendo i tempi di attesa al minimo e ottimizzando l’occupazione a bordo.
Hanno partecipato all’incontro il Capitano della Polizia Municipale Umberto Ravallese, l’Energy Manager del Comune di Ragusa Carmelo Licitra, il dirigente di competenza ing. Giuseppe Giuliano e Riccardo D'Angelo della Edisonweb.
Il tavolo tecnico è servito a stabilire due percorsi circolari cittadini, uno che collega Ragusa Ibla con Ragusa Ovest e l’altro che collega il centro storico superiore con Ragusa Sud, tenendo conto delle verifiche e dei riscontri acquisiti con il coinvolgimento dei cittadini attraverso i social network, la stampa e questionari, cercando così di venire incontro ai loro bisogni e preferenze.
La sperimentazione di mobilità alternativa avrà la durata di tre settimane con inizio il 18 aprile. Il servizio sarà gratuito, anche grazie al contributo di numerose attività commerciali che sponsorizzano il servizio.