Acate, intervento dei carabinieri nell'impianto di depurazione

I militari della Stazione Carabinieri di Acate, ieri mattina, sono intervenuti sul sito ove insiste l'impianto di depurazione in contrada Canale, a seguito di diverse segnalazioni di cittadini. I miliari hanno potuto constatare la presenza di alcune falle nella recinzione perimetrale esterna che, di fatto, permetteva l’accesso agli estranei, in un’area in cui vi erano dei pozzi aperti usati per la decantazione dei fanghi, con grave rischio per la sicurezza dei cittadini. Tra l’altro l’area è sottoposta a sequestro da luglio 2014 a seguito di specifica operazione.
Veniva richiesto, pertanto, l’intervento del personale del comune che, nella stessa mattinata, provvedeva a ripristinare le misure di sicurezza perimetrali chiudendo con dei coperchi i pozzi e mettendo in sicurezza l’intera area.
L'operazione rientra nell'ambito, più ampio, dei controlli sullo smaltimento dei reflui fognari e sulla sicurezza del territorio ibleo per il quale si chiede rispetto e certezze sulle norme di tutela ambientale dettate dalle leggi italiane.