Ragusa, Asp e "I Petali del cuore" per una corretta alimentazione

"Sono personalmente soddisfatto per l’evento odierno perché sancisce l’attuazione di un protocollo di intesa tra l’Azienda Sanitaria di Ragusa, rappresentata dall’UOS Educazione alla salute aziendale che io dirigo, la Rete “I Petali del cuore”, presidente dott. Flavio Brafa, che conta ben 14 Associazioni del volontariato e la rete delle Scuole. Il motto condiviso dai componenti è “lavorare assieme e non accanto”. Sono le parole pronunciate dal dottore Vincenzo Trapani, direttore dell'U.O.S. Educazione alla salute dell'Asp di Ragusa in apertura dell'incontro tenutosi mercoledì per il progetto “Salute e Benessere: muoversi per star bene con una corretta alimentazione”. "Gli obiettivi di tale protocollo  - ha aggiunto Trapani - sono la promozione della salute dei cittadini attraverso la diffusione dei corretti stili di vita e dunque il contrasto delle malattie cronico degenerative". L’ambito degli interventi preventivi e più in generale della promozione della salute sta attraversando in questi anni profondi cambiamenti nella direzione della co-costruzione di un sistema di soggetti e interventi integrati. Seguendo gli orientamenti dell’OMS e dell’Unione Europea che hanno esortato i decisori a seguire un approccio intersettoriale per l’attuazione di interventi che modifichino i comportamenti non salutari, a livello nazionale è stato approvato il programma “Guadagnare Salute: rendere facili le scelte salutari”. Una strategia globale per contrastare i quattro principali fattori di rischio di malattie croniche nel nostro paese: scorretta alimentazione, inattività fisica, abuso di alcol e tabagismo. Si tratta di un programma che pone la promozione della salute come bene pubblico e mira allo sviluppo di sinergie per trasformare le buone pratiche in interventi consolidati. Si tratta di patologie, secondo l’OMS, che provocano ben l’86% dei decessi ed è in continua ascesa. Malattie cardiocircolatorie e tumori sono purtroppo in continuo aumento.

"Già da diversi anni - ha aggiunto il dr. Trapani - è stato avviato questo approccio trasversale ed intersettoriale finalizzato alla promozione della salute attraverso lo sviluppo di interventi sinergici con soggetti diversi, ma quello presentato dai Petali del cuore è la prima esperienza che vede insieme: le Associazioni di volontariato, l’Azienda Sanitaria, le Istituzioni scolastiche, le Aziende private e lo sport.

"Sono entusiasta – ha dichiarato il dott. Flavio Brafa, presidente della Rete-, per la qualità delle Associazioni che compongono la rete, per lo spirito di collaborazione tra le Associazioni, per l’entusiasmo degli associati e della metodologia innovativa di intervento espressa in tutto il progetto. Desidero ringraziare l’autore del logo e del nome delle Rete: Padre Giorgio, Direttore della Pastorale della Salute."

Apprezzamenti per l’iniziativa innovativa da parte della dott.ssa Gianna Criscione, dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Ragusa e dai dirigenti dell’Unità Operativa Educazione alla Salute dott. Alfonso Nicita, Asp di Siracusa e della dott.ssa Eleonora Caramanna, Asp di Enna. Anche il consigliere Carmelo Ialacqua ha proferito parole di elogio per la capacità di fare rete e di riuscire a costruire una realtà nuova a Ragusa che opera per il bene della città.

Le Associazioni della Rete, per il tramite dei propri Rappresentanti, hanno raccontato delle proprie esperienze e del ruolo, determinante, che svolgono all’interno del progetto. Le azioni saranno sviluppate all’interno dei plessi scolastici nei mesi di marzo ed aprile. In programma: “Ragusa Cammina”, un una passeggiata salutare, periodica, con il primo appuntamento giorno 19 marzo. Il 7 maggio la “Festa della salute” un evento per tutti, con animazione, spettacolo e cultura. E’ previsto un corso di cucina per le famiglie; un concorso di disegno per le scuole medie della provincia denominato “Mamma se stai bene tu sto bene anch’io”, un concorso di narrativa, di poesia e fotografia.